FOGLIO post fb def thumb

Il postino di Barolo

Lorenzo Foglio, postino-fotografo di Barolo
nel documentario di Stefano Alpini


Una produzione dell’Associazione Giulia Falletti di Barolo
pubblicata per il cinquantenario dell’acquisto del Castello Falletti da parte del Comune di Barolo (1970-2020)

Lorenzo Foglio (1886-1974), postino fotografo di Barolo di inizio ‘900, ha lasciato alle nostre colline un’eredità unica e preziosa: oltre duemila lastre al bromuro d’argento, che ci raccontano della vita nelle Langhe in quei tempi così lontani e diversi.
Un portalettere, Lurensin, che della fotografia aveva fatto quasi una seconda professione, grazie alla tecnica appresa a Torino nei laboratori dei Salesiani di Valsalice, e abilmente esercitata con la sua leggendaria Zeiss a soffietto.

Il noto fotografo e fotoreporter Mario Dondero (1928-2015), durante una visita nelle Langhe accompagnata dai racconti dell’amico vignaiolo Beppe Rinaldi (1948-2018), rimase talmente colpito dagli scatti di Foglio, da volerne raccontare la storia in un documentario.
Un sogno questo, rimasto purtroppo orfano dei suoi ideatori, ma oggi presentato dall’Associazione Giulia Falletti con il prezioso documentario del regista Stefano Alpini - Il postino di Barolo.

Il documentario conduce lo spettatore alla scoperta della vita e degli scatti di Lorenzo Foglio, seguendo i passi di Mario Dondero, che nel gennaio 2013 ne ammira le fotografie, e ne ripercorre le tracce tramite le interviste alle memorie storiche del paese di Barolo, tra cui la figlia di Foglio, Franca Mascarello e Pierangelo Vacchetto.
Il bottaio, la trebbiatura, le materassaie e la preparazione dei salici per la legatura delle viti; il saggio ginnico dei giovani balilla e il secondo Presidente della Repubblica Luigi Einaudi in visita a Barolo sono alcuni degli scatti memorabili dell’archivio di Lorenzo Foglio. Luoghi, mestieri, tradizioni agricole e avvenimenti di inizio secolo, a cui si aggiungono i lavori in “studio” e i ritratti ambientati, che raccontano i volti e le persone di quel tempo.

Le riprese del regista Stefano Alpini colgono le conversazioni tra Mario Dondero e Beppe Rinaldi, che avvengono in contesti domestici, a volte interrotte da Dondero che imbraccia la macchina fotografica per uno scatto.
Le immagini dall’alto a sorvolare le Langhe verdeggianti, conducono poi lo spettatore a Monforte d’ Alba nello spazio museale della Fondazione Bottari-Lattes, dove nel luglio 2018 si è tenuta la mostra “Mario Dondero e Lorenzo Foglio - Lo scatto umano” a cura di Marta Ceribelli e Donatella Arione.
Sessanta fotografie in bianco e nero, trenta di Dondero e trenta di Foglio, sono state esposte a rappresentare un viaggio nella poetica dei due autori e nell’universo di frammenti di vite – note e meno note – raccontate dai due fotografi durante gli anni del loro lavoro.

A seguito della mostra di Monforte d’Alba, il cui progetto è ben raccontato nel documentario di Alpini, le fotografie di Lorenzo Foglio sono state esposte a Palazzo Barolo a Torino nella mostra Facendo Altro (2019) a cura di Tea Taramino; e la bizzarra storia del postino-fotografo barolese è stata colta anche dall’Archivio Storico di Poste Italiane che ne ha rintracciato e digitalizzato il fascicolo personale conservato nei propri fondi, per poi consegnarne una copia ai nipoti Prandi.

Il documentario, disponibile all’acquisto in formato DVD, è accompagnato dal catalogo di fotografie di Lorenzo Foglio, realizzato in occasione della mostra del 2018 (Ceribelli Editore).
DVD e catalogo possono essere acquistati singolarmente o in coppia, rivolgendosi alla mitica Libreria La Torre di Alba. La Cooperativa libraria effettua vendita diretta, e anche spedizioni.

DVD Il postino di Barolo: 10 euro
Catalogo di fotografie Lorenzo Foglio: 15 euro
DVD + catalogo: 20 euro.

Libreria La Torre -
via Vittorio Emanuele II, 19/A
12051 Alba
Telefono 017333658
This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.